“Le Ambasciate di Danimarca, Norvegia e Svezia in Italia hanno dato il via al progetto BE SMART, BE EQUAL, la mostra “Papà italiani” fa parte di un ciclo di eventi nel 2021 incentrato sulle pari opportunità e sull’equilibrio tra la vita professionale e la vita privata. La mostra “Papà italiani” della fotografa Valentina Tamborra è stata ispirata dalla mostra “Swedish Dads” del fotografo svedese Johan Bävman. Valentina Tamborra ci porta dentro la vita quotidiana e l’intimità fra i padri italiani e i loro figli con la sua interpretazione. L’obiettivo con la mostra è di incoraggiare i papà a passare più tempo con i figli e di promuovere i benefici positivi sia per la famiglia che per la società che ne derivano. Infatti una ricerca OCSE ha dimostrato che i padri che si prendono cura dei loro figli in una fase iniziale tendono a rimanere più coinvolti e a riportare una maggiore soddisfazione nella vita e una migliore salute fisica e mentale rispetto a quelli che interagiscono meno con i loro figli. Lo stesso vale per i bambini; godono di risultati cognitivi ed emotivi più elevati e di salute fisica.
Da diversi anni, l’importante forum di collaborazione fra i paesi nordici, Il Consiglio Nordico dei Ministri, ha come progetto di punta il cosiddetto Nordic Gender Effect at Work: “Promuovere l’uguaglianza di genere sul lavoro non solo è la cosa giusta da fare ma è anche una scelta intelligente. I paesi nordici sono riconosciuti per aver dimostrato che l’investimento nell’uguaglianza di genere produce benessere e guadagni economici. Il Nordic Gender Effect at Work condivide la vera storia di come gli investimenti nordici nell’uguaglianza di genere promuovano l’occupazione, il benessere familiare e la crescita.”